ID account: pub-8673528704228267 ID client: ca-pub-8673528704228267

Visualizzazioni totali

Translate

lunedì 18 novembre 2013

Non sapete dove smaltire l'acqua di condensa dei condizionatori? Ci pensa Aquos!


L'acqua di condensa può essere fastidiosa da smaltire, soprattutto se si vive in appartamento. Spesso ci si limita a porre una bacinella o una bottiglia vuota sotto il tubicino di raccolta, ricordandosi poi di svuotarla prima che si riempia e che l'acqua travasi. Il travaso continuo e non controllato dell'acqua su un terrazzo, però, potrebbe provocare problemi di infiltrazione, causando perciò danni alle strutture e possibili liti condominiali.Tutto ciò, oltre ad essere scomodo e dannoso, è anche antiestetico per i soliti corrugati a vista che vediamo sui balconi di casa. Una ditta campana, la Main srl, ha brevettato Aquos, un sistema di smaltimento dell'acqua di condensa prodotta da climatizzatori, motocondensanti, gruppi frigoriferi e caldaie a condensazione.


Aquos è facilmente applicabile ad impianti realizzati, o ancora da realizzare, senza apportare alcuna modifica alle macchine installate e, quindi, senza incorrere nel rischio di far decadere la garanzia legale di condizionatori, caldaie ecc.

Si tratta di un piccolo dispositivo da collegare alla rete elettrica, facilmente installabile, perchè di piccole dimensioni e pronto all'uso, dal design moderno che ben si armonizza con l'impianto di condizionamento, e quindi fortemente innovativo. E' un accessorio estremamente utile, disponibile in due versioni:
  • a scarico libero slim, dalle dimensioni veramente ridotte (poco più grande di un pacchetto di sigarette) nel caso si voglia canalizzare la condensa in punti di accumulo di altre acque, come quelle pluviali (o anche per irrigare piante);

Aquos, versione a scarico libero slim

 
  • a nebulizzatore, per disperdere la condensa direttamente nell'atmosfera sotto forma di acqua nebulizzata (o per irrigare i fiori del vostro terrazzo; l'acqua di condensa è demineralizzata, quindi assolutamente non dannosa e riutilizzabile).
Aquos, versione a nebulizzatore


La micropompa di cui è dotato consente l'espulsione dell'acqua fino ad una distanza di 50 m e di seguire percorsi poco lineari e con numerosi dislivelli. Il sitema è inoltre ispezionabile per rimuovere eventuali sedimenti, dotato di unità

di controllo per l'attivazione automatica del processo di scarico e di autodiagnosi, in caso di cattivo funzionamento e necessità di manutenzione. 
La versione mostrata nello schema è a nebulizzatore


Per ogni ulteriore informazione tecnica visitate il sito dell'azienda produttrice www.mainitalia.com sul quale troverete la scheda tecnica del sistema Aquos e la descrizione dettagliata di componenti, funzionamento e installazione.



Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento

Post più popolari